PRESENTAZIONE
About us
GRUPPO DI LAVORO
Team
ATTIVITA'
Services
PROGETTI
Projects
PARTNERS NOVITA'
News
LINKS CONTATTI
Contacts


PAESAGGI SONORI IN AMBIENTE ESTERNO - SOUNDSCAPE DESIGN
LA GRANDE PIAZZA - PALAZZO UNICO REGIONE PIEMONTE (Torino)


La Grande Piazza


Giochi d'acqua, riduzione del rapporto segnale/rumore


Noise Gate, effetto di frattura del campo sonoro esterno

FORME SONORE E RICOSTRUZIONE DELLA PROSPETTIVA UDITIVA

La possibilità di inserire nella grande piazza altre dimensioni progettuali sinergiche alla dimensione estetica architettonica, in grado di intervenire sulla percezione e sulle pratiche sonore quotidiane, è avvalorata dall’esistenza di quattro processi psicosociologici importanti nel vissuto sonoro ordinario:

  • il marchio sonoro dello spazio abitato o frequentato;
  • la codificazione sonora delle relazioni interpersonali;
  • la frequente produzione di sensazioni e di valori simbolici legati alle percezioni e azioni sonore quotidiane;
  • l’interazione fra suoni ascoltati e suoni prodotti. 

Il suono è un sistema sociale aperto; è analizzabile, riproducibile; può essere moltiplicato, salvato, richiamato; può essere tecnicamente e architettonicamente amplificato, distribuito multidirezionalmente, ma anche focalizzato e controllato. Può essere configurato come stimolo ambientale che va ad esercitare un’inferenza positiva sulla qualità dell’ambiente in cui si staziona e/o si transita, generando così un effetto positivo sul desiderio di permanenza nello stesso. Gli effetti sonori, nel senso di fenomeni relativi ad un contesto e a una organizzazione locale, possono essere modificati intervenendo sulla progettazione.

L'INTERVENTO DI SOUND DESIGN

La descrizione delle forme sonore che potranno essere percepite nella futura piazza antistante al Nuovo Palazzo della Regione Piemonte ha richiesto, nella fase iniziale del lavoro, l’analisi di come la realtà ad oggi udibile potrà essere modificata dalle trasformazioni fisiche del territorio urbano e dalle variazioni degli oggetti sonori primari, il traffico autoveicolare e il traffico ferroviario, da cui deriva la struttura del paesaggio sonoro dell’area.

La ricostruzione della prospettiva uditiva in divenire, svolta per mezzo di calcoli acustici e indicatori correlati alla percezione dello spazio sonoro, lo sfondo (il rumore di fondo) e il primo piano (gli eventi sonori), ha permesso di identificare spazi con differenti caratteristiche percettive (anamnesi, ubiquità, frattura, ecc.) e dove possono essere collocati differenti modelli di fruizione.

L’ambiente sonoro della grande piazza è stato dunque considerato come un serbatoio di possibilità sonore per dare materia e forma alle relazioni umane e alla quotidiana gestione dello spazio urbano. L'intervento di sound design della Grande Piazza prevede la possibilità di realizzare dei percorsi pedonali con differente risposta sonora delle pavimentazioni, l'individuazione e la protezione delle aree più silenziose dove inserire installazioni sonore, la creazione di effetti locali di mascheramento del rumore ferroviario per mezzo di suoni d'acqua.

In collaborazione con AI Engineering - Torino



progetto paesaggi sonori, progetto sonorizzazzione spazi interni ed esterni, progetto suoni dell'acqua
sonorizzazzioni pareti e installazioni sonore, arti sonore , marchi sonori